Articoli

Trinciato Italia fumato in "Corbezzolo"

Ho peccato di nuovo.

L'ho rifatto ancora e ancora.
Sto fumando solo lei, come fosse la mia dolce metà mancante.
La guardo, l'accarezzo e con un po' di forza la prendo e la "stappo", cambiandole l'abito in base al tipo di fumata che desidero.
Infilate le nuove "Vesti"(in questo caso fornello in corbezzolo), faccio la solita prova dell'aderenza della guarnizione, mettendo il palmo della mano sopra il foro tappandolo e aspiro dal bocchino, se l'aderenza non è perfetta,faccio  un piccolo giro al contrario del fornello e taaaccc aderenza perfetta.
Lei è il mio "gioco", il mio desiderio e il mio piacere, nonchè "crocerossina".
Sono un fumatore "smanato".
Quando fumo faccio di tutto.
Non carico secondo criteri collaudati, io ci "infilo" il tabacco e accendo, così come viene.
Onestamente mi sono accorto che in una pipa con sistema Calabash ed un unico foro centrale posto nel centro esatto della base del fornello, il tabacco è meglio se lasciato più lasco, un po' meno pressato del solito.
Ma onestamente credo non sia fondamentale questa cosa, basta anche un attimo correggere la pressata con lo stiletto e continuare a fumare in scioltezza.
Quello che mi preme condividere con voi invece è il fatto che se anche fumi alla "cazzo di cane"
con una pipa del genere, la fumata sarà sempre meritevole e piacevole.
La minore umidità, zero fondo nel fornello, essenza da abbinare al tipo di tabacco da assaporare, sono senza dubbio delle armi del buon fumare.
Ovvio che fatto nella maniera migliore, il mondo pipa sarà sempre tutto più colorato e più ricco di coccole, ma a me onestamente della fumata perfetta fotte sega.
 
Dicevo: Trinciato Italia in Hydra con fornello in Corbezzolo.
 
Son sorpreso.
Buono sto corbezzolo....(un minimo di 4-5 fumate per il rodaggio e il suo sapore è uscito allo scoperto).
Ricordo l'eccessiva pesantezza delle fumate passate, un pelo amarognole, un pelo urticanti e quindi forse un pelo schifose...
Bhe, ora, che ci crediate o meno, a tratti l'ho sentito "dolce", sempre un pelo pastoso, ma gratificante.
Robusto, ma vellutato, ovviamente senza troppe sfumature o evoluzioni, ma gradevole e mai troppo aggressivo.
Ora, la fumata "Italia"è stata una vera fumata, ma "tiratelo piano", fatelo bruciare lentamente, non abbiate ne fretta, ne premura.

Italia in HYDRA con fornello in Corbezzolo
 
Non sono e non sarò mai un "guru"della pipa....
Semplicemente fumo la pipa,
Lascio ad altri la gloria della "perfezione", io mi limito ad apprezzare le sfumature e a goderne nel loro insieme.
Avere la mente libera e sapere che stai provando gusto nel fumarla, ritengo siano le mie uniche 2 certezze e basi per continuare a fumare.
Altro non so e non mi interessa sapere.....tranne che poter condividere le vostre esperienze, 
avute magari con la vostra HYDRA.
 

Sigari Cubani (Habanos) Ed. Limitata Ramon Allones e Trinidad "Vigia"

Ramón Allones è uno dei grandi nomi nella storia degli Habanos. Fondato nel 1837, è anche una delle marche più antiche ancora in produzione. A Ramón Allones si riconosce il merito di essere stata la prima marca a presentare i suoi Habanos in scatole decorate con il suo marchio, divenendo così un pioniere della presentazione degli Habanos, tradizione che è giunta fino ai giorni nostri. Tutte le vitolas di Ramón Allones sono prodotte con tabacchi provenienti da Vuelta Abajo e le sue ligadas gli conferiscono un gusto forte. Tra le più famose vitolas c'è il Gigantes e l'Allones Specially Selected.

“Club Allones” è la vitola selezionata per questa Edizione Limitata 2015 che viene prodotta, come tutte le Edizioni Limitate, Totalmente a Mano con foglie di tabacco accuratamente selezionate e invecchiate minimo due anni.

     

Il Club Allones, (cepo 47; lungh. 135), è la seconda Edizione Limitata a marchio Ramón Allones nella storia di Habanos. Una vitola inedita nel portafoglio della marca, come sempre succede per Edizioni Limitate, dal carattere forte e deciso tipico di Ramón Allones che è presentata nel classico box habilitado da 10 sigari.

 

TRINIDAD VIGIA:

Il nuovo Trinidad Vigía rende omaggio alla splendida città cubana di Trinidad, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO fin dal 1988 e da cui prende il nome da ormai 46 anni una delle marche più prestigiose del portafoglio di Habanos S.a., un brand che si porta dietro numerosi aneddoti e alcune leggende legate all’utilizzo esclusivamente istituzionale che ne è stato fatto per circa 30 anni.

Sia il nome della vitola de Galera (Torres) come il nome della vitola de Salida (Vigía), ci portano appunto con l’immaginario alla città stessa di Trinidad e alla sua zona circostante, ovvero la valle degli Ingenios, nella costa sud di Cuba, dove rimangono imponenti torri di avvistamento (Torres) utilizzate dalle vedette (Vigías) per controllare il territorio e nello specifico le piantagioni di canna da zucchero.

La marca Trinidad nacque ufficialmente nel lontano 1969 e per molti anni venne utilizzata – com’è successo inzialmente anche per Cohiba - per regali e omaggi istituzionali dello Stato Cubano ai diplomatici stranieri. Nel 1998 si decise di mettere a disposizione di tutti gli appassionati i suoi pregiati e famosi sigari e da allora Trinidad è entrata a pieno diritto tra i brand più prestigiosi di Habanos

.

Questa nuova vitola si presenta nel classico box Semi Boite Nature (SBN) da 12 sigari tipico della marca e il suo formato (cepo 54; lungh. 110 mm) concentra tutta la qualità e i sapori tipici di questo brand in una fumata di poco più di 30 minuti, diventando così un sigaro che ben si adegua alle esigenze degli appassionati moderni senza per questo sacrificare il carattere e la pienezza di un grande Habanos.

 

 

 

 

 

 

"The New Corn Cob Stem":La Signora Pannocchia (Pipa)

L'idea originaria di sostituire il bocchino plasticoso alla pipa in pannocchia non è mia.

E' mia invece l'idea di proporla a noi italiani, ad un prezzo notevolmente inferiore della versione "Forever Stem" Americana e con una linea del bocchino molto (lasciatemelo dire dai), molto stilosa.

L'innesto è a Flock (tipo Army) con una conicità giusta giusta per quasi tutti i modelli di corn cob missuri in vendita nel nostro Paese.Potete montarlo sulle classiche "Legend", la pannocchia in stile Popeye, oppure sulle "General", di grosse dimensioni, o ancora meglio sulla "Great Dane", a forma di clessidra, per finire anche sulle "Country Gentlement", con la sua forma cicciotta a barilotto molto apprezzata.

Nella sostanza, sostituire il bocchino originale, con un "new corn cob stem" in metacrilato, equivale ad eliminare il difetto principale in fumata della pannocchia.

Così, se di media una corn cob può durare circa 4/5 mesi (anche anni se fumata con cura e pure 10 giorni se fumata alla boia), il bocchino intercambiabile a flock invece, resterà comodo e utile per la nuova pannocchia, essendo lui intercambiabile.

Ora vi lascio con alcune immagini di Corn cob "Customizzate" con il mio (Tabaccheria del Corso) bocchino per pannocchie in metacrilato...(ringrazio gli amici/clienti per le foto)

Dimenticavo, se siete interessati all'acquisto eccoli, li troverete qui-----------> The New  Corn Cob Stem